Tiprod

There's something quaintly compelling about these mad-as-fish industrial noise pieces. They're all about factory engines, gloomy atmospheres and robotic rhythms, played by someone called Nightmare Industries. Honest and powerful!
giag.lv

ODRZ un interessante progetto artistico orientato prevalentemente alla musica (industrial-noise), volto alla ricerca e alla esplorazione di nuove forme espressive.. e questo progetto tutto italiano! ..ODRZ06 il sesto progetto del gruppo formato da AM e MM (ogni progetto viene identificato dal nome del gruppo seguito da un numero progressivo) e per questo progetto il concept seguito dai 2 artisti del rumore quello di una normale giornata di lavoro in una fabbrica (8 ore di lavoro + 1 ora di pausa pranzo).. il progetto in questione suddiviso in 9 parti (un cd per ogni ora) e le prime 2 parti che sono state pubblicate sono la VI (1 p.m. - 2 p.m. ) e la III (10 a.m. - 11 a.m.) ..non so il perch di pubblicarle cos, random, probabilmente c' dietro qualche strano ragionamento.. comunque molto interessante la questione.. ah, dimenticavo le future parti saranno pubblicate il 1 maggio del prossimo anno. (Stacanovisti!!!!) ..ultimo elemento di folklore prima di partire con la "musica" riguarda la confezione del cd.. una maglia metallica che avvolge il cartoncino nero dove racchiuso il disco.. e la cosa si fa sempre pi "industriale".. ..ma passiamo al contenuto del disco.. per ogni disco vi un'unica traccia di 60 minuti che rappresenta quella determinata ora di lavoro (e presumo anche quel determinato reparto della fabbrica).. il disco 1 rappresenta la sesta parte che va dalle ore 13 alle 14.. probabilmente quella dopo la pausa pranzo.. e infatti si nota come il rumorismo industriale sia sempre in crescendo e che sempre pi strumentazioni si aziona col passare dei minuti.. il secondo disco invece la terza parte del progetto ODRZ06.. qui il lavoro si fa pi duro e meccanico.. meno rumoroso ma pi vigoroso.. un ritmo ripetitivo, ossessivo (ma piacevole!).. che ci posso fare a me piacciono queste cose.. ripetitive, rumorose, ossessive, disturbanti, meccaniche.. comunque cercare di descrivere questo piuttosto complicato.. una vera rappresentazione di una giornata di lavoro in una grande industria.. tra presse, saldatrici, e tante altre macchine infernali.. gran bel disco.. aspetto le altre parti per poi poterle ascoltare tutte di fila in un futuro 1 maggio.. consigliato agli stacanovisti del rumore industriale!
stillborn

2 more releases from TIB label. More Dark Ambient meets angry noise from this Norway label I've just come to find out about. Very oddly packed are both CDR's in Steel mesh and construction paper. So far all the CDR are well produced and have an interesting quality about them. I would say once again go see out this label if you a Noisey Industrial Fan. It seems this label loves to release very long one tracks Cd's which i find very nice. The worlds attention span is way to short with all this 3 minute pop music bullshit.
beautyandpain

Music from ODRZ was reviewed before and back then we learned that one Massimo Mascheroni is the guy behind ODRZ. I don't know that much about him. '06-06' has one piece of vaguely rhythmic electronics, that is buit in various layers. Sometimes the synthesizer part is stronger and sometimes the rhythm machines take over. The sound is a bit outdated, I must say. I am strongely reminded of the old Clock Dva and Hafler Trio sound, era 'Masturbatorium' and 'Fuck'. Ongoing, semi-industrial rhythms, with thick interwoven layers of synthesizers in the back. But outdated as it may seems, it's still quite a nice release. Of exactely the same length (60 minutes) is the release '06-03'. Here too rhythms are explored, but of a more harsher industrial kind: stuff falling on the floor are sampled and looped and then added with synthesized sounds presented in a likewise dark collage. Here the same problem pops up as with '06-06', but I must say I enjoyed the first one better. It seemed a bit more focussed and worked out. But maybe the whole industrial machine music is even more dated, and that's why I am not interested in it anymore: who knows?

Catalogue
Shop